Snake Color

snake-colour

In molti di voi avranno sicuramente giocato o comunque provato quello che probabilmente è stato un gioco rivoluzionario nel campo della telefonia mobile: ricorderete tutti quando nei primi modelli di cellulari Nokia veniva installato, per la gioia dei suoi acquirenti, il mitico Snake, nella versione base, consistente nell’indirizzare un lungo biscione verso il cibo (rappresentato da semplici puntini neri), al fine di farlo crescere fino ad assumere dimensioni spropositate occupanti quasi l’intero quadro di gioco!

Col passare degli anni e con l’avanzare quindi della tecnologia, anche Snake si è evoluto, fino ad avere diverse soluzioni giocabili, non ultima quella che trattiamo in questa recensione, ovvero Snake Colour: questa versione del Serpente, si distingue da tutte per via della sua particolare ambientazione, la quale mediante tonalità e colorazioni “tropicali”, ci riporta idealmente in quella che è l’atmosfera della giungla o comunque rimanda ai territori dove i serpenti spopolano, quali africa sub sahariana o il centro del continente australiano…

Il gioco ovviamente è classico: bisogna sempre rincorrere il cibo evitando di sbattere sopra il nostro stesso corpo, e stando attenti allo stesso tempo a non centrare i muri di chiusura del quadro. Tuttavia, come detto, l’avanzare della tecnologia e lo sviluppo di nuove idee, ha portato all’innesto di nuove varianti, e Snake Colour diverte proprio per le sue proposte: a partire dal secondo livello infatti, dovremo avere un particolare occhio di riguardo per quelli che sono dei veri e propri ostacoli sparsi lungo il quadro, i quali varieranno per numero, e ci complicheranno sempre di più le cose.

Come detto, il gioco è molto divertente e accattivante graficamente, grazie ai suoi colori molto vivaci e particolari, mentre non si può dire lo stesso della parte audio, totalmente assente, e di conseguenza vera e propria pecca del gioco, il quale altrimenti sarebbe stato molto completo e degno di un’ancora maggiore considerazione.

Muovetevi in lungo e in largo, aumentate a dismisura le vostre dimensioni (che rimarranno tali anche con l’avanzare dei quadri), e completate così tutte le “missioni” proposte, al fine di trasformare il vostro serpentello di base in un gigantesco anaconda, e inserire il vostro nome nella Hall of Fame finale.

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter
Pubblicato in Giochi Rompicapo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*